Dieta senza zucchero? Ecco come sopravvivere al Natale

Se dopo sacrifici, costati momenti di sconforto durati tutto l’anno, avete ora la paura di non sapere come affrontare le feste senza ricadere nella dipendenza da zucchero, ecco qualche consiglio pratico (e rassicurante) per riuscire a sopravvivere alle festività!

Niente panico, ragazzi. Vogliatevi bene! Se vi capiterà di mangiare una fetta di panettone, non succederà nulla. Siate buoni con voi stessi e comprensivi.
Molto importante sarà il vostro approccio mentale. Se penserete che trasgredire una sola volta sia la porta verso il compromettere tutti gli sforzi degli ultimi periodi, vi sbagliate di grosso! Non lasciate che questa sia una scusa per riniziare.
Lasciate che l’eccezione confermi la regola. Una fetta di panettone oggi, non vuol dire dolci nei prossimi 365 gg e 24 h su 24… tanto ho già rovinato tutto.

NO! Assolutamente. Rimanete sulle vostre convinzioni e… ripeto: vogliatevi bene.

Consiglio 1:

Riempite il piatto di verdure! Più sarete sazi di cose buone e più faticherete a ingozzarvi di tutto il resto. Quindi abbondate con i contorni, con le insalate, con le verdure e assaggiate le portate principali che saranno sicuramente più pesanti e importanti da digerire.

Consiglio 2:

Bevete ACQUA. Oltre a fare bene, vi aiuterà ad avere la pancia piena e starete lontano da tutto il resto. In più, vi aiuterà ad eliminare le tossine e gli zuccheri in eccesso 🙂

Consiglio 3:

Un consiglio che vi piacerà. MEDITATE. Anche se potrebbe sembrare una presa in giro, in realtà potrebbe essere una soluzione a tanti vostri problemi. Non dico che dovrete salutare il sole tutte le mattine o cercare di vedere le cose con il terzo occhio, ma semplicemente cercate di essere sereni e di vivere le feste come un momento di riposo e relax. Non lasciate che sia un motivo per aumentare il vostro stress (ad esempio la pressione per i regali, l’ansia del pranzo con la suocera o i parenti serpenti…). Fatevi scivolare tutto addosso. È Natale… buone feste. Non rifugiatevi nel cibo per alleviare i dispiaceri.

Consiglio 4:

Cercate di mangiare le porzioni che mangereste quotidianamente. Il fatto che sia Natale non vi giustifica ad abbuffarvi anche se state esplodendo. In fondo è un giorno come un altro… Consumate con consapevolezza!

Consiglio 5:

Se proprio non riuscirete a far fuori tutte le portate che vi vengono rifilate nel piatto, siate moderni o se siete voi stessi a preparare il pranzo natalizio, offrite ai vostri ospiti la possibilità di portare a casa una doggie-bag di ciò che avranno avanzato. Gli sprechi non piacciono a nessuno e se a Natale dobbiamo pensare anche agli altri, pensate a chi non avrà nulla da condividere nel piatto con la famiglia. Perché noi dovremmo sprecare? Si mangia anche dopo Natale…

Consiglio 6:

Se ne avete la possibilità, provate ad andare al luogo dei festeggiamenti a piedi. Sarà un’ottima occasione per smaltire le 4 ore seduti a tavola quando rientrerete a casa! E potrebbe essere un buon modo per concedervi un bicchierino in più senza la paura di giocarvi la patente!

Consiglio 7:

Portate il dolce! Se la vostra paura è quella di arrivare in fondo al pranzo e dover “rinunciare” al panettone per le vostre scelte, allora perché non arrivare con un bel dolce sugarfree e fatto da voi da offrire ai padroni di casa. Oltre ad essere sempre un regalo gradito, vi permetterà di partecipare anche a voi al “taglio della torta” a fine pasto.

Consiglio 8:

È NATALE. DIVERTITEVIIIIIII.

Auguri

 

iqs-christmas-survival-guide-1-768x3443

via I Quit Sugar

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...