Panini veloci per burger al tè matcha (vegan) + ricetta facile per burger di lenticchie // Quick vegan matcha buns + an easy lentil burgers recipe

(English recipe below) Lo sapevate che ogni anno il 28 maggio si festeggia l’Hamburger Day? L’ho scoperto qualche tempo fa su internet, scorrendo un calendario che elencava ricorrenze culinarie per praticamente qualsiasi giorno dell’anno. Anche ad ogni mese vengono associate iniziative e avvenimenti food e non food interessanti. Ad esempio, lo sapevate che il mese di maggio è dedicato alla salute mentale? Anche questo l’ho scoperto grazie ad una mail che riportava alcuni consigli pratici per lavorare come social media manager senza farsi venire lo stress del “devo rispondere alla community”. Vi ci rivedete? Io un po’ sì, l’ammetto!

Questi due mesi hanno davvero stravolto la vita di tanti. Basti pensare alle milioni di persone che ora lavorano da casa, mentre prima la presenza in ufficio era obbligatoria e magari le eccezioni non erano possibili. Lo smart working è proprio un grande strumento. Ne ho sempre fatto uso in passato, anche quando avevo un lavoro da semplice impiegata e ne sto facendo uso adesso,  dove in realtà essendo libera professionista non timbro un cartellino, ma ho i miei tempi da seguire. Potrei scrivervi tutti i pro e contro del caso, ma questo non è ne il luogo, ne il momento. Voglio solo farvi pensare e riflettere sulla questione mettendovi la pulce nell’orecchio.

Lo smart working ha fatto sì che anche i pranzi vengano consumati a casa e non più nel bar accanto all’ufficio, o nella mensa aziendale o, peggio ancora, davanti al computer, grazie alla schiscetta triste preparata il giorno prima e scaldata al microonde. Siamo tornati a cucinare e siamo tornati a capire quanto sia buona la cucina “fatta in casa”. Per me è un lusso indescrivibile.
Ho passato il 2019 a portarmi il pranzo al lavoro e non erano mai dei gran pranzi. Ho cenato in non so quanti ristoranti, in paesi diversi, facendo impazzire i camerieri con le mie richieste “speciali” e in tutti quei mesi mi dicevo: “come vorrei mangiare quello che mi preparo io a casa”.

Non per boicottare il settore della ristorazione, ma sarebbe bello se molti di noi riuscissero a mantenere questo nuovo piacere del mangiare ciò che possiamo prepararci da soli, come la pizza una volta ogni tanto, impastata da me, 48 ore prima e preparata nel mio forno elettrico. Ormai dopo la Quarantena siamo diventati tutti espertissimi. Sarebbe bello godersi quel piatto di hummus e falafel solo nelle occasioni speciali e non quando sei di corsa, non hai voglia di cucinare e allora ti fiondi al ristorante con la mente su un progetto di lavoro, dimenticando persino il sapore del cibo che stai mettendo in bocca.

Insomma, lo dico perché sono colpevole. Glovo e JustEat sono davvero la manna dal cielo (soprattutto se sei a Barcellona, sei da sola, sei a casa e stai vomitando l’anima, ti serve una medicina urgente e puoi mandare Glovo a comprartela ahah.. storia vissuta), però sarebbe bello contare fino a 10 prima di ordinare e dirsi… ne vale la pena oggi? Non posso davvero cucinare? Sono davvero senza alternative? A volte è solo pigrizia.

Tutto questo per dirvi che, anche la ricetta di oggi è nata un po’ con questo nuovo buon proposito in testa: mangio in casa, se proprio non posso, cerco un ripiego. È facile ordinare l’hamburger dal paninaro, ma se me lo faccio io non è doppiamente più buono? (E indubbiamente più sano?).

panino per hamburger veloce

Mi sono ispirata ai Matcha Burger Buns del mio locale preferito di St. Kilda, Melbourne in Australia, Matcha Mylkbar.

Quest’anno mi sa che la trasferta Down Under salterà e mi dispiacerà un sacco non andarci, quindi ho provato a replicare il piatto anche se ovviamente mi è uscito completamente diverso.

Ho voluto prendere due piccioni con una fava. Preparare un pane per l’hamburger in modo veloce, facendolo mentre ero in smart working, per averlo pronto per la pausa pranzo: impasto, riposa, computer. Divido, riposa di nuovo, computer. Inforno, computer. Pausa. Pranzo.

Vi lascio la ricetta nel caso vogliate farlo anche voi tra una mail e l’altra. Inoltre, ricetta bonus! Vi do anche una idea per un burger vegetale velocissimo da fare in contemporanea, ma potete ovviamente farcirli come volete!

Buon smart working a tutti!

MATCHA BURGER BUNS – PANINI AL TÈ MATCHA VEGAN

panino al tè matcha

Ingredienti per 2 panini:

140 gr farina di kamut
60 ml acqua tiepida
1/2 cucchiaio di lievito madre secco
30 ml latte temperatura ambiente
18 gr burro vegetale
1/2 cucchiaio di sciroppo di riso
1 cucchiaio di tè matcha
pizzico di sale
semi di sesamo

Procedimento:

1. in un recipiente unisci la farina, il lievito, il tè e il sale, poi versa l’acqua lentamente e inizia a mescolare. Aggiungi il latte, il burro vegetale e continua ad impastare con le mani;

2. Lavora l’impasto per circa 10 minuti fino a che non sarà morbido e ben liscio. Riponilo in un recipiente infarinato, coprilo con un canovaccio e lascia riposare per circa 1 ora;

3. Trascorsa l’ora, dividi l’impasto in due e forma due panini. Lasciali riposare sulla teglia con della carta da forno su un ripiano coperti per altri 45 minuti;

4. Preriscalda il forno a 200 gradi, modalità statica. Trascorsi i 45 minuti, spennella ciascun panino con del latte di soia, cospargili con dei semi di sesamo e infornali per 15 minuti nel ripiano centrale;

5. Lasciali raffreddare alcuni istanti prima di tagliarli in due e farcirli.

BONUS: Burger di lenticchie e verdure

Ingredienti: 100 gr di lenticchie cotte, 1 carota, 1/2 zucchina, 1 cucchiaio di passata di pomodoro, 1 cucchiaio di acqua, 1 cucchiaio di farina di riso, paprika, pepe nero, origano, curry e 2 pezzetti di pomodoro secco

Procedimento: frulla le carote e la zucchina con metà delle lenticchie cotte e i pomodori secchi. Trasferisci il composto in un recipiente e unisci il resto degli ingredienti. Mescola bene con un cucchiaio, poi usando le mani forma dei burger. Lasciali riposare in frigo una 30ina di minuti. Poi cuoci nel forno statico a 180 gradi per circa 30 minuti girandoli a metà cottura.

Eng

Matcha vegan burger buns

Ingredients for 2 buns:
140g kamut flour
60ml warm water
1/2 tablespoon dried sourdough yeast
30ml milk room temperature
18g vegetable butter”
1/2 tablespoon rice syrup
1 tbsp matcha tea powder
pinch of salt
sesame seeds

Method:

1. In a bowl combine the flour, baking powder, tea and salt, then pour the water slowly and start stirring. Add the milk, vegetable butter and continue kneading with your hands;
2. Work the dough for about 10 minutes until soft and smooth. Place it in a floured container, cover it with a cloth and leave to rest for about 1 hour;
3. After the hour, divide the dough in two and form two buns. Let them rest on a shelf on the baking sheet covered for another 45 minutes;
4. Preheat the oven to 200 degrees, static mode. After 45 minutes, brush each bun with soy milk, sprinkle with sesame seeds and bake them for 15 minutes in the central shelf;
5. Let them cool a few moments before cutting them in two and stuffing them.

BONUS: Lentil and vegetable burger
Ingredients: 100 grams of cooked lentils, 1 carrot, 1/2 courgette, 1 tablespoon tomato puree, 1 tablespoon water, 1 tablespoon rice flour, paprika, black pepper, oregano, curry and 2 pieces of dried tomato

Method: Blend the carrots and courgette with half of the cooked lentils and dried tomatoes. Transfer the mixture to a bowl and combine the rest of the ingredients. Mix well with a spoon, then using your hands shape the burgers. Let them rest in the fridge for 30 minutes. Then bake in the oven, static mode, at 180 degrees for about 30 minutes, turning them halfway through cooking.

La ricetta di oggi è una delle tante che potrete scoprire seguendo su Instagram l’hashtag #ItalianVeganTribe al quale contribuiscono i migliori food blogger vegan italiani!

3 pensieri riguardo “Panini veloci per burger al tè matcha (vegan) + ricetta facile per burger di lenticchie // Quick vegan matcha buns + an easy lentil burgers recipe

  1. Buongiorno, ho preparato i panini ieri utilizzando la pasta madre anziché il lievito ( quindi con tempi di lievitazione un po’ più lunghi): sicuramente una ricetta da tenere salvata per essere rifatta in futuro! L’unica cosa, per i miei gusti, dovrei diminuire leggermente il sale… ma per il resto, promossi 😉
    Grazie mille.

    "Mi piace"

    1. Buongiorno Pamela! Grazie mille per il feedback! Sono super contenta che la ricetta ti sia piaciuta! Con la pasta madre saranno venuti super morbidi e adoro come li hai farciti 😍 La prossima volta che li rifaccio, magari li faccio pure io così! Grazie a te per aver lasciato il commento e per averli provati!

      Un abbraccio virtuale
      Julie

      "Mi piace"

  2. Buongiorno, questa ricetta mi ha incuriosita appena l’ho vista. Impastata e cotta ieri, anche se è sostituito il lievito con pasta madre quindi la lievitazione si è allungata.
    L’unica nota, per mio gusto, la prossima volta diminuirò il sale.
    Li ho farciti con farinata e cavolo cappuccio rosso 😀

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.